RIAPRE IL PASSANTE DI PALERMO

DOPO TRE ANNI DI CHIUSURA TORNA IN ESERCIZIO IL PASSANTE FERROVIARIO DEL CAPOLUOGO SICILIANO.

Dopo tre anni di sospensione dell’esercizio da domenica 7 ottobre 2018 torna in esercizio il passante ferroviario di Palermo. 16 fermate con le due nuove di La Malfa e Sferracavallo, che diventeranno 20 tra due anni. I lavori sulla linea infatti non sono ancora conclusi, dovrebbero terminare tra il 2019 e il 2020.

I lavori sono iniziati ufficialmente il 22 febbraio del 2008, con circa 6 anni di ritardo a causa di un contenzioso tra RFI e lo Stato italiano riguardante la gestione dei fondi. La tratta interessata dai lavori riguarda la ferrovia Palermo – Messina (4+359 km da Palermo Centrale a Roccella) e la Palermo – Trapani (6+512 fino a Notarbartolo e 26+813 fino a Piraineto). 3+814 km è la lunghezza della diramazione Piraineto – Aeroporto.

Mappa del trasporto collettivo in sede propria della città di Palermo. I lavori sull’anello urbano (denominato linea B, il passante è la linea A) dovrebbero terminare nel 2021.

In tutto il passante, da Palermo Centrale a Punta Raisi misura 37+139 km. I lavori hanno riguardato il raddoppio fino a Carini e l’interramento della tratta urbana, per circa 6,8 km. Il servizio prevede la riattivazione della linea a singolo binario nel tratto Notarbartolo-San Lorenzo e a doppio binario da San Lorenzo Colli fino a Carini.

Le fermate previste sono le seguenti:

Palermo Centrale
Guadagna
Vespri
Palazzo Reale Orleans
Imera – Giustizia (prossima apertura)
Lolli
Notarbartolo
Lazio (prossima apertura)
Belgio – De Gasperi (prossima apertura)
Francia
San Lorenzo
La Malfa
Cardillo
Tommaso Natale
Sferracavallo
Isola delle Femmine
Capaci (prossima apertura)
Carini Torre Ciachea
Carini
Piraineto
Punta Raisi Aeroporto

Trenitalia ha comunicato che saranno svolte 61 corse per giorno feriale tra Palermo Centrale e Punta Raisi, con treni Jazz e Minuetto, dalle 6.05 alle 21.52. La frequenza di servizio è di 15’. Il tempo di percorrenza è di 61 minuti, il costo del biglietto da Palermo Centrale all’aeroporto è di 5,90 euro.

Ci auguriamo che si ragioni presto da una parte sull’integrazione tariffaria del servizio in quello dei tram e dei bus urbani e dall’altra che si idei una immagine grafica adeguata per il nuovo treno urbano della città di Palermo.

La domanda potenziale sul passante supera i 60.000 passeggeri per giorno feriale.

Il Passante è stata definita come opera strategica nazionale nel 2008 e prioritaria (DEF 2015) con un finanziamento complessiva di 1.152 milioni di euro. 277,1 milioni di euro è invece l’importo dei lavori di chiusura dell’anello ferroviario urbano tra la stazione Notarbartolo e Giachery, passando per piazza Politeama.

Linkopedia

Pagina di FS sui lavori del Passante

Mobilita.org-passante dettagliata pagina dedicata al passante ferroviario

Mobilita.org-anello dettagliata pagina dedicata all’anello ferroviario